Un abbraccio in movimento : Il Tango

Un abbraccio in movimento : il Tango come viene visto in questa citazione che ci arriva da New Orleans, la città statunitense della musica e dei musicisti che "non dorme mai", ci è piciuta molto! Il Tango è un ballo che per tutta la sua durata non perde la solidità e la forza dell'abbraccio anche con un forte dinamismo ed un vivace movimento.

Un abbraccio

Questa forza e costanza dell'abbraccio e del movimento che avviene nelle gambe e piedi ha fatto rappresentare il Tango Argentino come diviso nell'unità della coppia danzante in una parte drammatica, quella superiore e stretta nell'abbraccio, ed una parte scenica, quella inferiore con gambe e piedi in movimento.

Quindi nel ballare il Tango convivono due tipi di movimenti, quello nella stretta dell'abbraccio tra i ballerini legato al sentimento e partecipazione che si mette durante la danza, quello del movimento che possono vedere anche gli osservatori esterni, chi guarda i ballerini mentre danzano, che è legato ai passi che coinvolgono le gambe ed i piedi. Il ballo, il Tango, nasce dalla parte drammatica nell'abbraccio e si trasmette nella parte scenica dei passi. La prima componente è indispensabile, se questa non si crea non si balla il Tango Argentino… i passi si originano da qualcosa'altro, diventa forse solo una prestazione ginnica…

"Il tango è un abbraccio in movimento. Un uomo e una donna entrano in un dialogo attraverso i loro corpi, guidati dalla musica che ha la qualità quasi del cupo desiderio. Di una passione che non può mai essere soddisfatta. Di una dolce tristezza. Due sconosciuti diventano una cosa sola per tutta la durata della danza. Due opposti si uniscono brevemente per creare la fantasia di un insieme armonioso."

Gisela Kirberg Mamone (New Orleans, Louisiana, USA)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *