Storia del Tango : perchè la malinconia ?

Storia del tango: la malinconia e la tristezza struggente che a volte viene associata al tango e alla cultura argentina sembra molto legata all’origine della popolazione di questo paese, popolazione costituita in gran parte da migranti delle più diverse provenienze.
Leggendo dei commenti dello scrittore Ernesto Sàbato è stato molto interessante notare come questo autore sottolinei che come i migranti che arrivavano a Buenos Aires abbandonavano la loro terra di solito molto distante… Che sentimento poteva avere un immigrato che vedeva allontanarsi porto di Genova e sapevo che molto probabilmente in vita non ci sarebbe mai tornato?

Un tormento interiore

Questo sentimento malinconico ha trovato nei vicoli di Buenos Aires il terreno fertile per svilupparsi, per crescere e diventare parte integrante della cultura locale, creando una sorta di filosofia che ha impregnato tanti aspetti del modo di sentire argentino e contribuendo alla nascita del Tango.
Un modo di sentire che accomunava gli immigrati che avevano diverse provenienze e diverse culture, come dice Sàbato questi emigrati nelle navi verso l’Argentina cosa potevano fare se non cantare e ricordare le musiche della loro terra, cantate nella loro lingua o molto più spesso nel loro dialetto originario.
Queste melodie e diverse sonorità si incontravano e amalgamavano a Buenos Aires che in poco tempo si trasformava in una metropoli cosmopolita.
Questa malinconia, animo tormentato, muoveva ovviamente dei forti sentimenti dall’ira all’amore che hanno trovato nel Tango Argentino una perfetta espressione convivendo gli uni con gli altri.

Un ” male metafisico “

Infatti in psicanalisi si parla del tango come il ballo delle Erod del Thanatos, il ballo della vita e della morte.
Ernesto Sàbato parla più di un ” male metafisico “, un tipo di male che però spesso è all’origine di tantissime espressioni artistiche. Un tormento interiore, della transitorietà, della caducità e del trascorrere del tempo, il senso del termine, la solitudine… un tormento muove tanti sentimenti che si esprimono nella musica e nella danza, che trovano un’espressione artistica che li fa convivere tutti insieme: il Tango .


Per approfondimenti questo articolo in spagnolo

Oblivion di Astor Piazzola ci sembra proprio adatto a questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *