Vado in milonga per divertirmi, che imparino a ballare!

Vado in milonga per divertirmi , per divertirmi ballando il Tango, ascoltare la musica e l'energia della pista, a chi non ha questa idea molto probabilmente Carlos Gavito gli avrebbe consigliato di imparare a ballare!

In milonga ci si va per divertirsi e ballare il Tango e non altro (parafrasando Gavito). Leggendo questa citazione del maestro ci sono tornati in mente tutti i commenti molto delusi di chi va in milonga e si trova davanti ad un ambiente che forse a poco a che fare con il Tango Argentino ma molto di più con una strada congestionata di traffco con automobilisti che si comportano come animali in gabbia: clacson, tamponamenti, sorpassi a destra improvvisi appena compare mezzo metro libero, automobili che si incastrano…

“Io vado in milonga per gioire non per soffrire: che imparino a ballare!
(Carlos Gavito)

"Che imparino a ballare!" Ballare è armonia, armonia con la pista e con le altre coppie, con la musica che guida tutti nel movimento della ronda. In certi casi non sarebbe male neanche avere la figura del guardapista: come nella bolgia del traffico di alcune nostre città qualche vigile urbano potrebbe mettere un po' di ordine e rendere la circolazione veloce e sicura. Ballare il Tango comunque non è come guidare un'automobile, quindi chi ha strane abitudini al volante dovrebbe dimenticarle come entra in milonga!

Abbiamo scelto un video dove Carlos Gavito balla un Tango lentissimo e molto sentito, vedere come il maestro sta divertirsi giocando sulla leggerezza ed intensità delle sfumature dovrebbe farci un po' riflettere in effetti 😉

Buona milonga a tutti!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *